[Tweet “Io non sono vegano.”]

Dopo la Pasqua e la pioggia di post che ha tediato Twitter e Facebook per sensibilizzare i “violenti mangiatori di agnello” mi sono sentito in dovere di informarmi un pochino sul regno animale. Giusto per raccontarti qualcosa e stimolare la sinapsi dei tuoi eventuali neuroni diffamatori.

[Tweet “Il mondo è dei belli.”]

No, non è una provocazione, ma la pura e semplice verità. Un animale carino come un agnellino merita di vivere, fa pena. E il maiale? Lo sporco, brutto, grasso maiale? Lui no, può anche morire…

Lo sai che il maiale è uno degli animali più intelligenti del mondo ed è davvero simile all’essere umano?

Il maiale ha enormi abilità cognitive e col suo grufolare comunica stress, gioia, paura o dolore… Emotivamente è geloso e competitivo ed ha un grande senso della famiglia.

Rifletti:

Sono geneticamente simili a noi. Provono emozioni come noi. Dovrebbero avere una vita dignitosa e non certo essere allevati in batteria! Vengono fatti ingrassare fino a diventare immobili sulle zampe, loro che amano tanto muoversi… Vengono lasciati vivere in box grandi quanto loro, si cagano addosso, loro che sono pulitissimi e non farebbero mai i bisogni dove dormono… Vengono ammazzati uno in fila all’altro, quello dietro vede come muore quello davanti e piange… Nella catena alimentare è giusto che il più forte si nutra del più debole, ma è eticamente inconcepibile che avvenga questo.

E soprattutto che nessuno ne parli perché fanno meno pena di un agnellino, che in quanto ad intelligenza non è nemmeno la coda del maiale ma sai… è più tenero…

Per non parlare degli animali d’affezione! Siamo portati a considerare cani e gatti super intelligenti perché ci fanno compagnia, ma è davvero così? Lo sai che una qualunque piovra del mare è 10 volte più intelligente del tuo gatto? Sì, la piovra che butti in acqua bollente… quella coi tentacoli tanto gustosi da fare in insalata… Ha occhi quasi umani, i suoi tentacoli si rigenerano, la sua pelle cambia colore per sfuggire ai predatori… con le sue ventose può orientarsi in un labirinto, aprire barattoli… ora forse mi dirai che la piovra non ha un cuore… hai ragione: ne ha tre! Due per pompare il sangue verso le branchie e uno che manda il sangue riccamente ossigenato in circolo nel resto del corpo. Ora mi vuoi dire che il suo animo non è nobile come quello di un cane? Eppure ha il sangue blu! Sa risolvere problemi e impara osservando i suoi simili ed ha un carattere solitario e timido. Ma non ho mai visto nessuna campagna su Facebook contro l’uccisione delle piovre 365 giorni l’anno.

Io non sono vegano e non lo sarò mai. Ma certi buonismi di circostanza uno/due giorni all’anno proprio non li sopporto. Prima di condividere che chi mangia agnello è un assassino senza cuore, medita sulla salsiccia alla griglia che ti sei mangiato la sera prima.

La guerra non è al consumatore di carne. La guerra è a chi non rispetta gli animali da macello durante la vita e non li rispetta da morti cucinandoli senza rispetto o facendone marcire le carni.

[Tweet “”La grandezza di una nazione si può giudicare dal modo in cui tratta gli animali.” Gandhi”]

A presto,

Andrea

Share This