Oggi ti voglio svelare 5 segreti che come cliente devi assolutamente sapere prima di incontrare il tuo promotore finanziario per non farlo incazzare! Parola di un Family Banker che durante la sua carriera ne ha sentite di tutti i colori!

1. Quando il cliente semplifica il lavoro del Promotore Finanziario ad un numero e una percentuale.

Una delle cose che mi capita più spesso incontrando clienti e potenziali clienti è quando ancora prima di presentarci mi chiedono quanto gli rende e quanto gli costa l’investimento che stanno per affrontare. La cosa che come cliente devi assolutamente capire è che ancora prima dell’operazione in sé, è fondamentale risolvere la tua esigenza. Cosa significa questo? Ad esempio supponiamo che come cliente hai 100.000 € da investire: la tua età, il tuo sesso, il tuo lavoro, la tua capacità di risparmio, il tuo stile di vita, i tuoi sogni, i tuoi hobby… sono fondamentali per poter valutare insieme e prendere la giusta decisione al fine di fornire la soluzione adatta a te. Tradotto non basta un numero e una percentuale per definire il migliore investimento… oppure mi stai dicendo che un ragazzo universitario che ha ereditato ad esempio questa cifra ha le stesse esigenze di una madre single o un pensionato? Il Promotore Finanziario ci tiene a fare bene il suo lavoro! Ogni investimento è studiato sul cliente, come un abito su misura.

2. Quando il Cliente si crede più esperto di Finanza del Promotore Finanziario.

Ed ecco un grande classico! Entri dalla porta senza nemmeno guardarmi con sotto ascella il Sole 24 ore (di almeno un paio di giorni prima) e in mano l’iPad aperto sulla pagina Milano Finanza. E basta questo a qualsiasi Promotore Finanziario per drizzare le antenne e capire che sarà una lunga lunghissima ora di lavoro. La prima domanda ancora prima di stringermi la mano è: << ma con la vostra banca è possibile fare trading online acquistando e vendendo after market al prezzo prestabilito?>> Ok, hai sparato la tua prima supercazzola e di conseguenza posso solo adattarmi al tuo livello oppure salutarti e dirti che attraversando la strada  c’è la banca pinco pallo che non vede l’ora di ascoltarti! Ma io sono buono e caro e quasi sempre cerco di rimanere professionale. Quindi ascolto, prendo appunti e valuto la soluzione adatta a te da presentarti la prossima volta, “possibilmente” il mese prossimo. E so già che quando tornerai sotto la tua ascella ci sarà lo stesso sole 24 ore del primo appuntamento, ma forse troveremo comunque la giusta soluzione per lavorare assieme!

3. Quando il cliente vuole la botte piena e la moglie ubriaca (ovvero quando il cliente non ha la pazienza di aspettare il tempo dell’investimento e vuole tutto e subito)

Altra cosa che capita spesso: entri dalla porta con un seme e me lo dai da piantare. Ti presenti dopo una settimana e vuoi cogliere le mele dall’albero cresciuto, in soli 7 giorni, dal tuo piccolo seme. Ora, io ho anche il pollice verde, ma la natura ha il suo corso e così anche la Finanza ha i suoi tempi. Cosa voglio dire con questo? Ogni operazione va allocata col tempo corretto! Quindi quando scegliamo un investimento dobbiamo assolutamente etichettarlo con il giusto orizzonte temporale! Facile no? Ora smettila di chiedermi le mele subito dopo aver piantato il tuo semino e attendi gioioso la nascita della tua prima piantina!

4. Quando il cliente vuole contrattare i costi come se dipendessero esclusivamente dal Promotore Finanziario.

Carissimo, anche a me piacerebbe tantissimo lavorare gratis come vorresti te! Sarebbe un mondo ideale senza aver bisogno di soldi, ma allora cosa ci fai qui da me? Poi, pensaci: temo che alla mia famiglia non farebbe troppo piacere vivere solo d’aria e d’amore, così come credo nemmeno alla tua. Come si traduce questo? La Banca ha dei costi di gestione dai quali si ricava anche il mio guadagno! La mia consulenza che tu hai 7 giorni su 7 (ma ti consiglio di non chiamare la domenica onde il rischio che risponda la mia compagna con tono meno amichevole del mio) non ha prezzo! Però, mio carissimo cliente, come tuo promotore finanziario, farò di tutto per ammortizzarti i costi! Quindi la prossima volta ricordati che se hai dei soldi da investire quasi certamente hai anche un lavoro che sono certo ti procura un reddito. Lo stesso vale per me: il mio lavoro e il mio tempo sono un valore che deve essere riconosciuto e che alla fine ti farà anche avere delle mele più buone!

5. Quando il cliente ti telefona fuori orario perché gli si è smagnetizzato il bancomat o il cane gli ha mangiato il foglietto dove aveva scritto il pin (e casi affini)

Sabato 24 dicembre 2015: mi sono appena seduto a tavola con la mia famiglia per festeggiare il Natale. Suona il telefono e dall’altra parte ci sei tu, con voce isterica, e ci metto almeno 5 minuti tra un grido e un pianto per capire che ti si è smagnetizzato il bancomat. Purtroppo la mia compagna non ha condito i cappelletti con tessere magnetiche e pertanto gentilmente ti invito a chiamare il Servizio Clienti che sarà a tua completa disposizione (loro sono brutti e cattivi e a Natale non mangiano cappelletti) e risolveranno nel minor tempo possibile il tuo problema. Grazie per la fiducia che mi dimostri ma sebbene anche io stia festeggiando la nascita di Gesù non ho come lui il potere di trasformare l’acqua in vino, o, nel nostro caso, il cappelletto in bancomat! Lo stesso vale se il tuo Fido si è pappato il codice del bancomat o se hai inavvertitamente usato il foglietto su cui lo avevi scritto per la gabbietta del criceto: non sono né Gesù né un mago: sono semplicemente il tuo Promotore Finanziario!

Da parte mia e di tutti i miei colleghi grazie a tutti i nostri clienti e potenziali clienti che, prima di alzare il telefono od entrare dalla nostra porta, si ricorderanno questo articolo e, con un sorriso, renderanno il nostro lavoro il lavoro più bello del mondo!

A presto,

Andrea

Share This