«Il poker può essere considerato una branca della psicologia, una forma d’arte o un modo di vivere, ma è anche solo semplicemente un gioco, in cui i soldi sono un metodo per tenere il punteggio.

Anthony Holden

[Tweet “«Il poker può essere considerato una branca della psicologia o una forma d’arte.» A. Holden”]

Oggi voglio parlarti di questo gioco che tutti abbiamo sentito quantomeno nominare, addirittura molti hanno sperimentato in casa con amici o in qualche circolo della propria città.

Il poker è un gioco d’azzardo o come ormai si definiscono i giochi di abilità uno SKILL game?

Questa è la domanda che sento rieccheggiare ormai da troppo tempo… amici parenti conoscenti continuano a chiedermi se il poker è un gioco d’azzardo o se la componente fortuna ( è proprio da questa componente che si evidenza la nomenclatura azzardo) è solo una componente neanche troppo importante in questo gioco.

In una sola domanda: il poker è un gioco d’abilità (come per esempio gli scacchi) o un gioco di fortuna?

Quanto conta l’abilità nel poker?

Ci hanno messo un anno intero a scoprirlo, i ricercatori britannici dell’Università di Nottingham. E per farlo hanno dovuto analizzare 456 milioni di mani. Ma alla fine (e non voglio immaginare quanto abbiano speso) ce l’hanno fatta: il poker è ufficialmente un gioco di abilità.

La cifra esatta è 75%. Ecco quanto è pesante la skill in questo gioco secondo lo staff capitanato dal prof. Dennie van Dolder, specialista di economia comportamentale e sperimentale nonché docente della facoltà di Economia del suddetto ateneo.

La performance dei giocatori più esperti è solo leggermente superiore a quella dei giocatori occasionali, se il campione di mani è breve, ma il divario comincia a diventare importante dopo circa 1.500 mani giocate. A quel punto il gap dei giocatori forti si fa sentire nel 75% dei casi“.

Lo studio ha anche evidenziato che i giocatori che si sono classificati nella top 10% dei primi sei mesi hanno avuto più del doppio delle possibilità di fare bene anche nell’ultimo semestre. E quelli nella top 1% sono addirittura 12 volte più bravi di quelli del restante 99%“.

  Dennie van Dolder

Skill

Il grande successo del poker è dovuto al fatto che l’abilità del giocatore è molto più importante rispetto ad altri giochi d’azzardo, al punto da consentire l’esistenza di giocatori professionisti: la fortuna è ovviamente determinante per le singole mani, ma la valutazione delle probabilità, l’osservazione del comportamento degli altri giocatori al fine di intuire le loro combinazioni e l’esecuzione di bluff per indurli in errore fanno la differenza nell’arco di una partita.

A partire dall’inizio degli anni ’90 si è aperta per i giocatori la possibilità di giocare a Poker online, cioè collegandosi mediante Internet a sale da Poker organizzate e sedendosi a tavoli virtuali ai quali si gioca contro altre persone connesse dal proprio computer domestico. Tale sistema di gioco è cresciuto progressivamente negli anni successivi, e costituisce oggi la principale modalità con la quale il poker è praticato a livello mondiale.

Ma che cos’è esattamente il Poker? Ormai tutti conosciamo questo gioco, divenuto popolarissimo grazie ai media. Addirittura hanno creano anche un format televisivo, una sorta di Grande Fratello… La Casa degli Assi è il nome di questo real in onda su Italia1.

Il poker è un gioco di carte, che ha due ben distinte classificazioni principali: in alcune varianti è un gioco d’azzardo ma in altre è considerato un poker sportivo (la variente più nota il  Texas Hold’em)

Tali giochi sono caratterizzati da un sistema di combinazioni formate con le carte di ciascun giocatore (il cui confronto determina il vincitore di ogni mano) e da un meccanismo di puntate successive che offre molte possibilità tattiche e di influenza sugli altri giocatori, consentendo in particolare di ritirarsi con perdite contenute dalle mani che non si ritiene di poter vincere.

Bhe finalmente anche uno studio universitario (se ce ne fosse stato ancora il bisogno) definisce il Poker uno skill game.

Un dibattito ormai aperto da molto che spero attraverso questo articolo possa proiettarvi in una visione più ampia di questo bellissimo gioco!

A presto.

Andrea

Share This