[Tweet “”L’ingegno è vedere un’opportunità dove gli altri non vedono niente.” E. Mattei”]

Oggi per lavoro stavo cercando delle informazioni su Enrico Mattei. Ho letto questa frase e mi sono emozionato perché racconta la storia della mia vita. Vedere cose laddove altri vedono solo polvere è da sempre la mia specialità. Inseguire punti invisibili nello spazio è come una droga per me. Ma la questione è che quei luoghi, almeno nella mia testa, esistono davvero. La questione è che le distanze possono essere vissute come pesi od opportunità. Io ho scelto di avere la straordinaria opportunità di permettermi di vedere il risultato finito e lasciarmi incantare dalla sua completezza.
Per questo io uso il mio ingegno.
Per questo, io avrò comunque un risultato.
Ricordo che qualcuno disse che del viaggio quello che amava di più era il percorso che aveva compiuto.
Quante volte da bambino e da ragazzo hai desiderato diventare grande di colpo per veder realizzati i tuoi sogni? O quantomeno per dare una sbirciata se c’era corrispondenza tra l’idea di te e la realtà oggettiva… Oggi, passati da poco i 30 anni posso dirti che sì, l’ho desiderato un’infinità di volte. Ma forse l’obiettivo rimane “solo” il traguardo. Oggi mi interessa vivere questo tragitto che mi porterà a vincere o perdere. Del resto vivere è la parte più bella.
Enrico Mattei è stato un imprenditore, politico e dirigente pubblico italiano assassinato ad appena 54 anni per aver sfidato le Sette Sorelle e la CIA stessa.
A prescindere dalle ideologie che in questa età contemporanea sono ormai il superfluo lusso di un popolo stanco, Enrico Mattei è un eroe. E la Mafia ha vinto solamente un’altra battaglia tingendo il cielo di sangue.
Ma la guerra, quella vera, l’ha vinta Enrico Mattei.
Indimenticabile.
mattei
Per questo io oggi mi ricorderò che l’ingegno è vedere dove gli altri non vedono. Io vedo.
Dedico a te che hai la forza ogni giorno di inseguire il tuo sogno superando ogni ostacolo questo pensiero.
[Tweet “”Qualunque siano le regole del gioco, il primo che non si arrende ha già vinto.” C. Bassi”]
A presto,
Andrea
Share This