Ti ricordi la scena del film del ragionier Fantozzi che di fronte a una partita di calcio trasmessa in tv non aveva che occhi e orecchie per questa?

 

calcio

Ebbene la febbre della domenica colpisce moltissimi italiani di sesso maschile e non solo, poichè sono sempre più le donne che praticano e seguono questo sport.

Ebbene vorrei sfatare questo mito. Nel senso che più passano gli anni piu questa passione che sentivo fin da bambino va via via scemando.

Sarà che anche solo 10 anni fa era molto più difficile seguire una partita,e il gusto che dava riuscire a seguirla magari in compagnia di amici era inarrivabile.

Ricordo infatti domeniche passate con la radiolina accesa per cercare dapprima di sintonizzarsi sul canale Rai e poi seguire in diretta la partita attraverso gli occhi di un commentatore. Se si era in macchina si percorreva una strada supplementare per rimanere sintonizzati sui campi di gioco.

c’era una magia in tutto questo… e la magia durava dalle 14 alle 17 di ogni domenica italiana…

Oggi è tutto troppo semplice e nel contempo tutto davvero troppo complicato.: payTv, internet, canali streaming, posticipo, anticipo, posticipo dell’anticipo e anticipo dell’anticipo del posticipo del lunedi… ogni giorno della settimana una partita, non sai piu quando gioca la tua squadra del cuore e forse anche loro, non sanno quando devono scendere in campo..

Il calcio da passione a puro business finanziario…

Se aggiungiamo che l’Italia non è più quel bel-paese per il pallone… ormai il livello del calcio italiano è ai minimi storici, con i casi dei fallimenti delle società dei giorni attuali, con i vari scandali “all’italiana”, con i migliori giocatori del monto che scelgono le ben più allettanti prospettive del calcio spagnolo inglese tedesco e persino francese!

oramai la speranza di vedere una bella partita di Champions League con la propria squadra del cuore è ormai un miraggio…

e allora via coi palinsesti settimanali, ogni giorno una partita, e così facendo al gente invece di avvicinarla a questo mondo la state piano piano allontanando…

non c’è più suspence..quella che una volta ti portavi per tutta la settimana…

Speriamo non ci portino via anche la passione per la Nazionale che ancora per il momento ci fa rimanere  incollati allo schermo alla maniera “fantozziana” soprattutto dopo l’ennesimo campionato del mondo vinto nel ben lontan 2006.

E ogni volta che il cronista legge la formazioen che scende in campo, non posso fare a meno di chiudere gli occhi e ripensare ai vari Buffon Cannavaro Materazzi Zambrotta Grosso Pirlo Gattuso Camonaresi Totti Perrotta Toni… Del Piero… aaaaa come gioca Del Piero!!! ciao Maurizio.

a presto.

Andrea

Share This