[Tweet “L’umanità ha sempre barattato un po’ di felicità per un po’ di sicurezza. Sigmund Freud”]

Ti sei mai chiesto quali sono i criteri di valutazione per la scelta di una banca?

Ognuno ha i propri parametri di riferimento: la comodità, il tasso, la conoscenza di qualcuno che lavora all’interno, i costi,la libertà,la multicanalità,gli orari…

tutto verissimo, ma la vera domanda che dovresti porre è la seguente:

la mia banca è sicura?

caveau

Per valutare ciò, esiste un indicatore di solidità patrimoniale delle banche espresso in percentuale:

Core Tier 1.

Si calcola rapportando il patrimonio di base dell’istituto di credito al totale delle attività ponderate per il rischio. Il patrimonio di base si considera al netto dell’avviamento, nonché delle azioni proprie possedute, delle immobilizzazioni immateriali e delle perdite registrate negli esercizi precedenti. Negli “stress test” effettuati dall’EBA (European Banking Authority) nel luglio del 2011 il C. T.1 non doveva essere inferiore al 5%; in seguito però l’Unione europea ha chiesto test più severi, con soglie minime fissate tra il 7 e il 9% (pena la ricapitalizzazione del patrimonio di base).

Enciclopedia Treccani

Conseguenzale banche NON sono tutte uguali.

E’ bene fare una attenta valutazione del proprio istituto anche alla luce di questo ulterire approfondimento, richiedendo al proprio istituto questo numerino magico, o più semplicemente facendo una piccola ricerca in internet si troverà quanto cercato.

“Qual è la differenza tra te e una banca? Nessuna, infatti se fallisci tu ti portano via la casa e i risparmi, se fallisce la banca ti portano via la casa e i risparmi. A. Parrilla”

[Tweet “Più si sa, più il mondo scema, ovvero diventa scemo. Carl William Brown”]

Share This